Croste: Bob Marley, Che Guervara, Padre Pio

Alessandro Giuliani 20/03/2017

Domenica scorsa mi sono soffermato a osservare una ‘contingente trimurti’ costituita dai ritratti affiancati di Bob Marley, Che Guevara e Padre Pio. Mi è subito venuto da pensare quale destino avessero avuto le ‘rivoluzioni’ evocate dai tre personaggi..

Populismo e clerico-grillismo

Claudio Gentili 21/04/2017

Forse è utile, in questo interessante momento di discernimento politico sulla proposta dei 5 Stelle, di rispolverare i principi cardine che fondano la dottrina sociale della Chiesa...

Disarmo

Fabio Cucculelli29/02/2016

Il termine si riferisce alla limitazione o all’abolizione degli armamenti bellici attraverso un complesso di norme relative al loro uso. Viene accostato al concetto di non violenza e costituisce uno snodo fondamentale della nascita e dello sviluppo del movimento pacifista e non-violento

Zucman, Ancora sui paradisi fiscali…!

Marco Bonarini 03/04/2017

Questo libro contiene una proposta molto interessante, che sta guadagnando consensi, perché coniuga una seria analisi con una proposta sufficientemente semplice da poter essere perseguibile se si avesse la volontà politica di risanare le finanze pubbliche depauperate dalle ricchezze nascoste nei paradisi fiscali...

Intervista a Luciano Gallino: "Contro la precarietà. Una politica globale del lavoro"

Pubblichiamo di nuovo un'intervista a Luciano Gallino, scoparso lo scorso 8 novembre, apparsa su Formazione & Lavoro nel 2008. Vogliamo ricordare così uno dei più grandi sociologi italiani a cui spesso abbiamo fatto riferimento

Home | Ottobre 2015 Tutto intorno a te
Ottobre 2015 Tutto intorno a te
Pag. 1 di 1
  • Tutto intorno a te

    Il paradigma tecnocratico pensa che tutto sia possibile all'uomo
  • Al crocevia di una svolta antropologica

    Il superamento del paradigma tecnocratico ossia della forma estrema dell’io chiuso in se stesso, implica un lavoro insurrezionale su due livelli ormai indissociabili: quello personale del rovesciamento costante della nostra mente egoico-mortale, e quello storico-culturale e politico dell’elaborazione di una inedita cultura della trasformazione, della trans-figurazione dell’uomo
  • Armonia é... senso del limite

    La falsa tecno-scienza che riempie di proclami i nostri media non funziona, non produce farmaci o strumenti utili all’uomo, non produce nuova conoscenza della natura. La scienza deve tornare a ricercare l'armonia e a riscoprire il limite. Più uno scienziato è a contatto con il reale, con la necessità di costruire ‘qualcosa che funzioni’, più deve avere ben presente il senso del limite
  • Le sfide della wikieconomia

    I nuovi strumenti della rete rendono possibili enormi progressi in ambito sociale, economico e tecnico-scientifico. Bisogna però analizzare con attenzione le potenzialità e i rischi  connessi a questi strumenti. Per questo motivo gli uomini di buona volontà non possono estranersi ma devono partecipare alla costruzione della nuova comunità globale
  • Il potere della connessione

    Il potere della connessione ha generato una mutazione psicosociale e forse antropologica. Il potere della tecnologia è infatti prima di tutto, un potere sulla mente. Ma i new media potrebbero anche rappresentare una risposta alla crisi della democrazia. Le manifestazioni di piazza e le rivoluzioni dell’epoca predigitale appaiono risposte insufficienti. La formazione del consenso e dell’opinione potrebbero ripartire dal basso e rifondare una democrazia partecipata proprio grazie ai social
  • Intervista a Mauro Magatti: "Pensiero generativo come risposta al tecno-nichilismo"

    Proponiamo un'intervista a Mauro Magatti, uno dei più autorevoli sociologi italiani. E' professore  ordinario di  Sociologia presso la Facoltà di Scienze politiche e sociali dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Il colloquio propone, tra l'altro, il suo pensiero sul tema del capitalismo tecnonichilsta
  • Praticare la lode

    La rielaborazione cristiana del limite e di forme nuove e impensate di grandezza non ritiene esistano processi ineluttabili nell’anima o nella società. Questo pensiero è comune a tanti pensatori  provenienti dalla tradizione cristiana ma anche da altre spiritualità o opzioni filosofiche e politiche accomunati dal rifiuto della tecnocrazia. L'obiettivo è quello di far proprio il titolo dell’enciclica, praticare la lode, pensare e agire di conseguenza
  • I media, proiezioni dell’umano

    I media non possono dominarci perché i media siamo noi. Questo è l’assunto da cui partire, la consapevolezza che ci rende in grado di vivere con bellezza e libertà gli ambienti mediali. Ogni resa verso derive autodominanti smentisce il senso autentico di questo legame sacrificando e scarnificando quella cultura dell’incontro e della prossimità tanto auspicata da Francesco e che i media possono contribuire ad affermare e diffondere
  • In rete


Pag. 1 di 1