Elogio della chimica organica

Alessandro Giuliani 03/05/2017

Probabilmente molti lettori di Bene comune non hanno mai avuto l’esperienza di dover sostenere un esame universitario di chimica organica. Si sono persi una delle occasioni più rasserenanti e purificatrici che ci sia dato di esperire in questa vita...

La riforma dell’ONU e L’Europa come laboratorio di “statualità sostenibile”

Antonio Papisca
18/05/2017

Pubblichiamo la sintesi di un contributo del professor Antonio Papisca - morto lo scorso 16 maggio - apparso nel volume, curato da Lino Bosio e Fabio Cucculelli, "Costrure l'unità della famiglia umana. L'orizzonte profetico del Cardinale Pietro Pavan (1903-1994). Un modo per rendere omaggio a questo compagno di viaggio del nostro cammino verso il bene comune.

Disarmo

Fabio Cucculelli29/02/2016

Il termine si riferisce alla limitazione o all’abolizione degli armamenti bellici attraverso un complesso di norme relative al loro uso. Viene accostato al concetto di non violenza e costituisce uno snodo fondamentale della nascita e dello sviluppo del movimento pacifista e non-violento

Gargano, Il grido della Terra di fronte alle ingiustizie

Valentino Bobbio 25/05/2017

Gli incontri Celimontani dello scorso anno, promossi dalle monache e dai monaci camaldolesi di Roma, hanno affrontato il tema dell’economia, ossia della produzione, dell’accaparramento e della distribuzione delle risorse. Obiettivo: verificare le indicazioni della Sacra Scrittura per costruire spazi di giustizia in cui l’economia possa rispondere ai bisogni delle persone

Intervista a Luciano Gallino: "Contro la precarietà. Una politica globale del lavoro"

Pubblichiamo di nuovo un'intervista a Luciano Gallino, scoparso lo scorso 8 novembre, apparsa su Formazione & Lavoro nel 2008. Vogliamo ricordare così uno dei più grandi sociologi italiani a cui spesso abbiamo fatto riferimento

Home | Febbraio 2014 Che Casino!
Febbraio 2014 Che Casino!
Pag. 1 di 1
  • Che Casinò!

    Quando l'economia è ridotta a un casinò vuol dire che le cose non vanno affatto bene (J.M. Keynes)
  • Ma Mounier aveva già capito

    Uno degli autori che vale la pena di rileggere in questo tempo di crisi è Emmanuel Mounier che, già negli anni 30, rimproverava al sistema occidentale alcuni capovolgimenti rispetto all’ideale costitutivo del primato della persona. Proprio a partire da questa operazione di tipo culturale è possibile dare un nuovo indirizzo all'economia mettendola a servizio dell'uomo  e ristabilire il primato del lavoro sul capitale e del servizio sociale sul profitto.  
  • Un'economia di brevissimo termine

    A fronte dell'aumento delle diseguaglianze effetto e causa della crisi finanziaria che sta interessando da diversi anni i paesi occidentali, e che oggi è diventata crisi economico-produttiva e occupazionale, occorre reindirizzare l'economia ed il welfare verso il bene comune grazie all'impegno di tutti: istituzioni, partiti, sindacati, aziende, società civile organizzata, singoli cittadini.
  • Può arricchirsi un cristiano?

    Il cristiano può arricchirsi? Sì, se la ricchezza produce ulteriore ricchezza e non genera impoverimento e attaccamento alle cose. Il cristiano deve quindi arricchirsi, nel senso di impiego dei talenti, gestione delle risorse, condivisione di opportunità. E' chiamato ad esprimere la propria dignità di figlio di Dio, a venire ricompensato, a possedere beni, a donare i propri talenti. In questo modo si immettono nuove risorse e nuove idee per il bene di tutti.
  • Una tassa sulla velocità

    La finanza offre mille opportunità di trasformare i nostri risparmi in strumento d’inclusione e di trasformazione sociale. Tra l’euro che finisce nella slot machine della speculazione ad alta frequenza e quello che finanzia fondi di garanzia per piccole imprese e diventa capitale sociale delle banche etiche, c'è una differenza enorme. Il voto col portafoglio dei nostri risparmi e il nostro impegno dal basso nelle campagne per la riforma della finanza può fare molto per cambiare le cose.
  • Zerozerocinque per riformare la finanza

    La campagna 005 si pone l'obiettivo di riformare la finanza a partire da quattro temi: lotta ai paradisi fiscali; evasione ed elusione fiscale; regolamentazione e registrazione dei derivati; separazione delle banche d'affari dalle quelle commerciali; istituzione di un tetto massimo ai compensi dei manager delle società di capitali. La riforma della finanza rappresenta la madre di tutte le riforme: il primo gradino per ridurre le diseguaglianze e orientare l'economia alla promozione umana.
  • Tra finanza e filosofia: la speculazione senza realtà

    Quale idea di futuro può esserci in un mondo dove l’investimento è figlio della speculazione veloce dell'attuale modello finanziario? Se si perde la capacità di distendere lo sguardo nel tempo si rischia di prendere congedo dal mondo reale. A quel punto bisogna fermarsi e dare ascolto a questo campanello d’allarme. Perché i danni della speculazione finanziaria possono essere, se non più gravi, sicuramente più concreti di quelli prodotti dalla cattiva speculazione filosofica
  • In rete


Pag. 1 di 1