Elogio della chimica organica

Alessandro Giuliani 03/05/2017

Probabilmente molti lettori di Bene comune non hanno mai avuto l’esperienza di dover sostenere un esame universitario di chimica organica. Si sono persi una delle occasioni più rasserenanti e purificatrici che ci sia dato di esperire in questa vita...

La riforma dell’ONU e L’Europa come laboratorio di “statualità sostenibile”

Antonio Papisca
18/05/2017

Pubblichiamo la sintesi di un contributo del professor Antonio Papisca - morto lo scorso 16 maggio - apparso nel volume, curato da Lino Bosio e Fabio Cucculelli, "Costrure l'unità della famiglia umana. L'orizzonte profetico del Cardinale Pietro Pavan (1903-1994). Un modo per rendere omaggio a questo compagno di viaggio del nostro cammino verso il bene comune.

Disarmo

Fabio Cucculelli29/02/2016

Il termine si riferisce alla limitazione o all’abolizione degli armamenti bellici attraverso un complesso di norme relative al loro uso. Viene accostato al concetto di non violenza e costituisce uno snodo fondamentale della nascita e dello sviluppo del movimento pacifista e non-violento

Gargano, Il grido della Terra di fronte alle ingiustizie

Valentino Bobbio 25/05/2017

Gli incontri Celimontani dello scorso anno, promossi dalle monache e dai monaci camaldolesi di Roma, hanno affrontato il tema dell’economia, ossia della produzione, dell’accaparramento e della distribuzione delle risorse. Obiettivo: verificare le indicazioni della Sacra Scrittura per costruire spazi di giustizia in cui l’economia possa rispondere ai bisogni delle persone

Intervista a Luciano Gallino: "Contro la precarietà. Una politica globale del lavoro"

Pubblichiamo di nuovo un'intervista a Luciano Gallino, scoparso lo scorso 8 novembre, apparsa su Formazione & Lavoro nel 2008. Vogliamo ricordare così uno dei più grandi sociologi italiani a cui spesso abbiamo fatto riferimento

Home | Pensieri | Il ri(s)catto del presente? I giovani e il lavoro nell’Italia della crisi

Il ri(s)catto del presente? I giovani e il lavoro nell’Italia della crisi

Le ACLI assieme all’IREF stanno realizzando un’indagine sul rapporto tra i giovani italiani e il lavoro. L’obiettivo è capire come se la stiano cavando in questi anni così difficili, contrassegnati dalla grande crisi. Cliccando su questo link si puo' partecipare all'indagine

Le ACLI assieme all’IREF stanno realizzando un’indagine sul rapporto tra i giovani italiani e il lavoro. L’obiettivo è capire come se la stiano cavando in questi anni così difficili, contrassegnati dalla grande crisi.

Il concetto fondamentale che orienta lo studio è l’agency: in altre parole, si vogliono descrivere i comportamenti dei giovani rispetto al mercato del lavoro in termini di capacità di reazione e di aggiramento dei vincoli dati dal contesto occupazionale di per sé penalizzante.

La focalizzazione sulle capacità di risposta dei giovani si presta a essere declinata non solo in termini individuali: il mutualismo può essere difatti un’opzione utile a superare le difficoltà lavorative del singolo, sia in modo molto pratico, con la costituzione di un’azienda, di una cooperativa, di una comunità professionale sia in modo più impalpabile ma ugualmente significativo, ad esempio, offrendosi supporto emotivo e personale reciprocamente.

L’azione di ricerca principale è una web-survey rivolta a tre gruppi di under30: i giovani “nazionali”, gli expat (ragazzi trasferitisi all’estero da almeno sei mesi) e le seconde generazioni (figli di genitori immigrati). L’idea dietro questa scelta rimanda all’interesse per le prospettive lavorative di ragazzi con background e traiettorie biografiche differenti. Di qui il titolo dello studio: per la generazione che si affaccia oggi sul mercato del lavoro, il presente è necessariamente un “ricatto”? O può essere anche un’occasione di “riscatto”? Il questionario, completamente anonimo, è disponibile qui sino al 31 maggio 2017. Oltre all’indagine estensiva, lo studio prevede anche un approfondimento qualitativo dedicato ai NEET e alcune case history su esperienze positive di imprenditoria giovanile.

In parallelo alla ricerca, Acli e Iref, con il contributo della Cei, stanno lanciando un concorso di cortometraggi (Lavori In Corto 2017) dedicati al lavoro e realizzati da autori con meno di 30 anni. I risultati dello studio, così come gli otto corti finalisti, saranno presentati all’interno del 50° Incontro Nazionale di Studi delle Acli, in programma a Napoli dal 15 al 17 settembre 2017. Per informazioni è possibile scrivere a info.iref@acli.it o andare su www.acli.it

Stampa l'articolo pdf icon Condividi: facebook share ok notizietechnorati yhaoo livegoogle Segui benecomune.net rss
Leggi gli altri articoli pubblicati in Pensieri

La riforma dell’ONU e L’Europa come laboratorio di “statualità sostenibile” 18/05/2017

Cinquantadue, ovvero sulla difesa civile Mao Valpiana 09/05/2017

Le Acli e l'affaire Moro 02/05/2017

Perché il Movimento 5 Stelle dialoga con noi cattolici. Parla il prof. Becchetti 26/04/2017

Populismo e clerico-grillismo Claudio Gentili 21/04/2017

Le tre Brexit della storia Piero Bargellini 13/04/2017

Per un’Europa sociale 03/04/2017

Prima e seconda globalizzazione: effetti, reazioni, prospettive Marco Moroni 13/03/2017

La moneta è l'unico indicatore del benessere? Piero Bargellini 02/03/2017

Responsabilità personale Marco Bonarini 20/02/2017